Divise da lavoro: cosa significano per chi le indossa

Molte professioni oggi richiedono che sul luogo di lavoro l’impiegato indossi divise da lavoro specifiche, che ne identificano la professione e talvolta anche il brand per il quale si svolge il proprio lavoro.

Parliamo di professioni come quelle mediche, dove l’utilizzo di camice e cuffiette insieme a scarpe sanitarie è obbligatorio, o ancora delle professioni che fanno parte del mondo della ristorazione, come ad esempio lo chef, il cameriere, il barman o l’aiuto cuoco.

Ancora, può capitare di dover indossare divise da lavoro se si svolge la propria professione in ambito ricettivo, è questo il caso delle receptionist d’albergo, dei facchini, delle governanti ai piani.

Da non dimenticare ancora, sono le divise da lavoro che vengono utilizzate da chi lavora all’interno di cantieri, di fabbriche, di zone industriali: queste divise nello specifico servono non solo ad identificare la propria mansione ma anche a proteggere chi la svolge, pensiamo quindi alle scarpe antinfortunistiche o alle divise ignifughe dei pompieri.

Divise da lavoro: cosa significa indossarle

Scegliere che divise da lavoro indossare o fornire ai propri dipendenti è un processo molto delicato, bisogna infatti considerare molti fattori, pratici ma anche psicologici.

Dal punto di vista pratico, bisogna considerare che indossare delle divise da lavoro significa principalmente avere la possibilità di muoversi liberamente senza essere stressati da modelli o tessuti non adatti al proprio corpo, che impediscono quindi la fluidità dei movimenti.

È quindi di fondamentale importanza tenere in considerazione la qualità dei tessuti utilizzati per le divise ma anche il modello da scegliere, che deve essere confortevole e preferibilmente avere un taglio unisex, cosi da stare bene sia a uomini che donne.

In alcuni casi, indossare una divisa da lavoro significa anche garantire l’incolumità degli impiegati: alcune divise infatti sono confezionate con materiali studiati appositamente per proteggere chi lavora da situazioni di pericolo che possono riscontrarsi in alcuni ambienti di lavoro.

Valutando invece i fattori psicologici, bisogna tener conto del fatto che per chi la indossa ,una divisa da lavoro può significare anche motivo di pregio ed orgoglio: uno studente dell’alberghiero che indossa la sua divisa prima da chef infatti sarà orgoglioso del risultato raggiunto e finirà con l’affezionarsi alla divisa.

Va considerato inoltre il fatto che le divise da lavoro verranno utilizzate tantissimo e saranno indossate anche per molte ore al giorno, per questo non devono essere viste come un obbligo che crea stress o fastidio. Una buona soluzione, per ovviare a questo rischio, è rendere partecipe i dipendenti della scelta della divisa da lavoro, accettanto consigli e suggerimenti.