Sapete cos’è una pompa per vuoto?

Si definisce come “pompa del vuoto” uno strumento meccanico il cui scopo è quello di eliminare aria o elementi gassosi da un ambiente circoscritto, risucchiandoli verso l’esterno e creando all’interno dell’ambiente in questione la condizione detta “di vuoto”, o assenza di aria.
La pompa a vuoto è un dispositivo che ha trovato nel tempo un grande riscontro in termini di utilizzo, sia che si faccia riferimento all’uso industriale, sia che ci si riferisca all’ambiente domestico o privato.
Esempi di utilizzo di pompa a vuoto sono di ordine comune, seppure in pochi sappiano effettivamente quale ruolo chiave rivesta questo strumento nella loro realizzazione.
Ad esempio, il meccanismo utilizzato per creare il “sottovuoto” in ambito alimentare, sfrutta il lavoro di una pompa a vuoto che, alterando la pressione gassosa da bassa ad alta all’interno del contenitore, si occupa di far fuoriuscire totalmente l’aria o il gas verso l’esterno. Oppure, nel riscaldamento o raffreddamento delle case, la pompa a vuoto viene utilizzata per risucchiare l’aria fredda o calda, a secondo delle esigenze, e l’umido presente negli ambienti.
Industrialmente, tuttavia, l’impiego della pompa a vuoto trova la sua più diffusa attuazione: ne troviamo traccia nel sistema frenante delle automobili, nelle serpentine delle celle frigorifere, dove aspira l’aria premettendo il passaggio e la stagnazione del liquido refrigerante; viene usata anche in medicina, nei processi che richiedano l’uso indispensabile della suzione; in ambito scientifico, nella costruzione dei microscopi; oppure, nei casi di fabbricazione dei tubi catodici delle tv, nella realizzazione di lampadine per illuminazione o valvole termoioniche.
Per natura, una pompa del vuoto viene generalmente considerata come un compressore. In realtà, tale definizione non è completamente corretta. I compressori, infatti, sfruttano un processo di pressurizzazione costante nel tempo mentre la pompa per vuoto, seppur sfruttando gli stessi processi di pressurizzazione, lavorano a pressione con aspirazione decrescente. Sarebbe, in termini di correttezza assoluta, definire la pompa vuoto come un depressore, poichè il suo scopo ultimo è quello di creare una depressione tramite il risucchio dell’aria.

pompa del vuoto palette
Esistono differenti varianti di pompe per vuoto sul mercato: a quelle piuttosto semplici, in plastica e gomma, si affiancano le pompe per vuoto rotative. Quest’ultime, utilizzando un mulinello collegato ad un motore, contribuiscono a spostare in senso orario il gas dalla zona di bassa pressione a quella di alta pressione, conducendolo a ritmo variabile verso l’esterno dell’ambiente.
Le pompe vuoto rotative possono essere ulteriormente suddivise in due famiglie: le pompe a vuoto a lubrificazione, che sfruttano la lubrificazione dell’ambiente per una maggiore resistenza ed efficienza nella divisione fra zone di alta e zone di bassa pressione, e le pompe a vuoto a secco.
Seppure più efficienti, le pompe del vuoto a lubrificazione sono generalmente escluse da processi di ambito alimentare, dato il (seppure lieve) rischio di contaminazione degli alimenti da parte del liquido lubrificante.
Anche a livello di utilizzo, esistono differenti tipi di pompa del vuoto, tra cui i principali sono le pompe a vuoto manuali o le pompe a vuoto a membrana. In termini generali, tuttavia, il funzionamento dei questi tipi di pompe a vuoto rimane lo stesso per ogni tipologia esistente.